Crea sito
Mar
02
2010

Lettera

Lettera

Carissimi Cooperatori sento il dovere di Scrivervi per ringraziare Il Signore e la Vergine Maria per avervi incontrato è intrapreso con voi questo cammino. Fin da piccola essendo cresciuta in un ambiente religioso e avendo avuto accanto a me oltre che alla mia famiglia anche se per poco perché oggi non è più accanto a me fisicamente, ma lo è Spiritualmente, un mio caro zio Sacerdote Salesiano, oggi deceduto. La mia infanzia è stata caratterizzata da molte difficoltà causata dalla salute molto fragile, ma nello stesso tempo ricca e fortificata dall’amore per Gesù e Maria; infatti ancora giovanissima chiesi al mio attuale Parroco di diventare Ministro Straordinario dell’Eucaristia. Un Notte di Natale improvvisamente nel bel mezzo della celebrazione Eucaristica, il Parroco rivolgendosi a me disse: Concetta vuoi diventare Ministro Straordinario dell’Eucaristia? Io rimasi senza parole ero emozionantissima, ma nello stesso tempo felicemente accettai. Da quel momento  tutte le domeniche e i giorni festivi ottempero al dovere non facendo mancare mai l’Eucaristia ai fratelli ammalati, portando anche un parola di conforto e di coraggio. Tanti anche se il ricordo mi è doloroso sono morti tra le mie braccia, ma sereni perché in l’oro c’era Gesù Eucaristia. Lungo il percorso della mia vita, le difficoltà e le incomprensioni non sono mai mancate, ma in Gesù e la Vergine Maria ho trovato la Forza per affrontarle. Nel  anno 2006 ho incontrato voi, e ho intrapreso con voi il cammino di preparazione per diventare Cooperatore degli Araldi del Vangelo perché mi colpì il vostro apostolato. In voi ho visto i soldati di Cristo. Il si il fiat di Maria è diventato il si ed il fiat di ciascuno di voi per gli altri. Come Maria è accorsa dalla cugina Elisabetta senza risparmiarsi così ho visto che anche voi Araldi del Vangelo accorrete la dove c’è  bisogno di aiuto,  una parola di conforto e di un sorriso. E’ questo spirito di donarsi agli altri mi ha chiamato ad unirvi a voi perché in voi ho trovato il completamento alla chiamata del Signore. Durante questi anni  intrapresi con voi, ho avuto esperienze molto forti, gli incontri di preghiera, le catechesi, le fantastiche giornate di spiritualità , i momenti di preghiera intensa davanti a Gesù Eucaristia e le celebrazioni Eucaristiche nelle piazze dei vari rioni della parrocchia. In  special modo però voglio sottolineare i momenti vissuti con intensità, durante l’apostolato dell’icona; lì ho capito che donarsi agli altri significa ricevere, ricaricarsi, arricchirsi, non di quel tesoro fatto di soldi , ma di un tesoro incorruttibile che dura per l’eternità e che ne arricchisce l’anima. Sono felice che Ia Vergine Maria mi abbia chiamato  in questo Apostolato, l’esperienze vissute con voi durante le missioni, tra gli ammalati , nei luoghi di lavoro, tra le famiglie mi hanno fatto sentire chiesa viva. Essere Testimoni, non è facile, ma se si ci lascia guidare prendere per mano e andare alla scuola di Maria allora diventa tutto più facile specialmente solo se si sa donare tutto se stessi senza pensare di ricevere. Ringrazio Gesù e Maria per tutto quello che mi stanno donando.

Salve Maria.

Concetta Nicoletti

Written by coopergelaaraldi in: Lettere ricevute |

Nessun commento

RSS feed for comments on this post.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.

Powered by WordPress | Aeros Theme | TheBuckmaker.com WordPress Themes | Siti per blog

 

Cerca un Sito Cattolico


______________________________________________________________________________________________

«QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. NON PUÒ PERTANTO CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N. 62 DEL 7.03.2001»

___________________________________________________________________________________